settembre 2019 – pp. 142
isbn 9788899554323

Brossura con alette 10×15 – € 12,00
Ebook – € 4,99

Per acquistare il libro sulla nostra boutique, clicca sul carrello qui sotto.
Lo trovi anche in ebook (formato epub).

Recensioni
Su Mangialibri
Su Hollywood Party Radio3
Su Il Giornale
Su Critica Letteraria
Su Al di là degli stereotipi

Alien

Nascita di un nuovo immaginario

di Boris Battaglia

Il 25 maggio 1979 nel le sale americane esce un film destinato a lasciare il segno, Alien di Ridley Scott. Sono passati quarant’anni e tre generazioni. Nonostante qualche soluzione tecnica mostri ormai il peso del tempo, resta un film che ha segnato ed educato lo sguardo di tutte e tre quelle generazioni, anche e soprattutto dell’ultima (sebbene il suo sguardo sia, delle tre, il più disincantato). Da questo sguardo dipendono il nostro rapporto e il nostro contatto con l’altro. Tanto, forse tutto ciò che, nel bene e nel male, la nostra società occidentale è oggi, è determinato da questo sguardo e da questo immaginario, educato (il primo) e costruito (il secondo) negli Anni Ottanta da film come Alien. In questo saggio, che sconfina nel pamphlet, attraverso l’analisi serrata del film e del contesto culturale in cui è stato realizzato, Boris Battaglia smonta i meccanismi che danno forma e realtà alla nostra attuale paura dell’altro.

Alien non è un film di paura, è un grande film sulla paura […] ci racconta com’è costruita e di cosa è fatta la nostra paura.

Boris Battaglia si occupa di storia, musica e fumetto. Ne scrive (La carne e la cartaIl peso del fumoE chiamale, se vuoi, graphic novel), li traduce (Ulysse di Lob e Pichard; Sostiene Pereira. Una testimonianza di Gormont e Tabucchi; Che di A. Breccia, E. Breccia, Oesterheld; La forza della vita di Eisner, Joy Division. Autobiografia di una band di Savage; Storia della Santa Russia di Doré). Ha scritto anche un oggetto indefinito dove racconta storie di boxe, Pugni. Con Armillaria ha pubblicato: Corto. Sulle rotte del disincanto prattianoGainsbourg. Niente è già tanto.